Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


Channel Description:

Il blog della Fondazione Terra d'Otranto

older | 1 | .... | 39 | 40 | (Page 41) | 42 | 43 | .... | 157 | newer

    0 0

    Infatti nella foto c'e' LUCERA ( Capitanata -DAUNIA ) ! E' UN SIMBOLO DAUNO ! Su tutte le stele Daune e' presente il simbolo ! vedere su google immagini STELE DAUNE ! altro che leghista E' meridionale !

    0 0

    Adesione di S. E. Rev.ma Mons. Domenico Umberto d'Ambrosio Arcivescovo Metropolita di Lecce alla battaglia civile di in difesa dei mari della Puglia e delle coste del Salento Lettera a Beniamino Piemontese 4 agosto 2011 Caro amico e professore, non posso non accogliere l'invito che soprattutto il Centro studi Martella della 'mia' Peschici mi ha rivolto per aderire toto corde alla sua battaglia civile in difesa del nostro mare e delle nostre ancor più meravigliose coste del Salento. Si fa davvero fatica a capire le scelte politiche che stanno alla base dell'autorizzazione concessa dal Ministero dell'Ambiente per 'trivellare ' il nostro mare. Aumenta sempre più la distanza, l'assenza e l'incapacità a raccogliere le istanze che vengono dal basso e reclamano un'attenzione, un impegno, una civile responsabilità che soprattutto le istituzioni devono promuovere. La tutela dell'ambiente e della integrità delle bellezze che il Creatore ci ha affidato è compito dei singoli ma soprattutto delle istituzioni che vivono una strana discrasia con le attese e le reali esigenze del nostro territorio che non può essere deturpato e offeso. Con sensi di stima e con cordiale adesione alla sua battaglia civile, accolga il mio saluto + Domenico d'Ambrosio arcivescovo di Lecce

    0 0

    Evviva il carbone e il petrolio...quelle si che sono delle vere e forti energie...quelle del futuro...ah dimenticavo il nucleare....perché sulla collina di Giuggianello non si prova a costruire una bella Centrale con tre o quattro reattori!!!??? Io preferirei parlare di questo: http://bari.repubblica.it/cronaca/2011/07/30/news/porto_miggiano-19822130/

    0 0

    RINGRAZIAMENTI A Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Arcivescovo Domenico d'Ambrosio esprimo a nome dell'Associazione e mio personale la più profonda gratitudine per le ispirate parole del Suo messaggio di adesione alla battaglia civile in difesa del nostro ambiente e della stessa vita delle popolazioni salentine e pugliesi in generale, ma anche dell'intera comunità nazionale. prof.ssa Carla De Nunzio Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo http://www.torredibelloluogo.com

    0 0

    Personalmente non sono contrario all'eolico a priori, credo infatti che la fattibilità di ogni intervento debba essere valutata in modo situato per ogni contesto specifico. Chiunque abbia anche un minimo di conoscenza del territorio in questione (personalmente ci sono stato solo una volta, alla ricerca del masso della Vecchia, ed è sufficiente) si può rendere conto che un qualunque intervento, anche minimo, sarebbe da folli, deturperebbe uno degli scenari naturali più belli e misteriosi del Salento, la più importante risorsa per i comuni dell'entroterra idruntino coinvolti.

    0 0

    Io ci sarò! :)

    0 0

    Un porto di mare dove ristorarsi dopo una giornata di lavoro passata lontano dall'amata terra salentina lontano dai suoi ulivi ,lontano dal suo mare,lontano dai suoi sapori ,lontano dalle sue musiche ,lontano dai suoi scorci, ,lontano dalle sue albe e dai suoi tramonti,,lontano dai suoi odori e dai suoi dolori. Ti amo terra mia

    0 0

    Non voglio contraddire in tutto e per tutto questo articolo di denuncia, ma in un periodo come questo fare la voce grossa sulle rinnovabili credo risulti un suicidio: sul sito di riferimento che si batte per il parco eolico di Giuggianello (http://www.viadalvento.org/) c'è scritto testualmente: "No a eolico e fotovoltaico a terra." e inoltre si apostrofaogni cosa come "Eolico selvaggio". Il tutto mi sembra a dir poco assurdo e questa lotta in tutto e per tutto alle rinnovabili che timidamente si affacciano in Italia ora, mi sembra fortemente controproducente. Nella Puglia (Italia) dei lidi privati che oramai hanno occupato ogni angolo di spiaggia, nella Puglia (Italia) al quarto posto nella classifica nazionale per reati accertati e abusi edilizi, con 1,7 di violazioni per ogni km di litorale, nella Puglia (Italia) delle discariche di amianto clandestine a cielo aperto e dove tanti ancora sono gli edifici rivestiti di pannelli di amianto, nella Puglia (Italia) dove la “Northern Petroleum” può effettuare prospezioni petrolifere a circa 10-15 Km al largo delle coste di Monopoli, nell'Italia dei treni segreti notturni carichi di scorie radioattive.....................non si può affossare senza se e senza ma un parco eolico; le soluzioni ci sono e ci possono essere. Io leggo di buon grado questa considerazione di Carlo Durante, amministratore delegato della società eolica Maestrale Green Energy: “Non è possibile, purtroppo, alle condizioni attuali, realizzare rapidamente la fattoria eolica. Ma da un certo punto di vista questo ritardo forzato ci darà modo di lavorare ancora meglio con e per il territorio”. Parole confortanti che in ogni caso presentano anche un pizzico di umiltà.

    0 0

    RINGRAZIAMENTI Eccellentissimo Arcivescovo Monsignore Domenico Umberto d'Ambrosio, la Sua lettera e le Sue parole portano la luce nella mia vita che nei giorni scorsi è stata obnubilata e offuscata dallo spavento e dalla rabbia per la terribile notizia dell'offesa alla nostra terra per mano di una banda di vampiri del petrolio e di un pugno di burocrati e di irresponsabili politicanti. Ringrazio con tutto il mio cuore Sua Eccellenza Arcivescovo Monsignore Domenico Umberto d'Ambrosio per il dono che mi fa con la Sua importantissima Adesione. Renderò immediatamente partecipe la mia cara consorte Carla De Nunzio, che negli incontri ha interloquito in prima persona con chiarezza, gentilezza e fermezza con i rappresentanti istituzionali e amministrativi di Lecce e del Salento, rappresentando nella sua veste di Presidente dell'Osservatorio Torre di Belloluogo le mie istanze di cittadino e di socio dell'associazione. Trasmetterò la Sua lettera alla cara amica Presidente Prof.ssa Teresa Maria Rauzino che ci segue con affetto e sensibilità dalla Sua amatissima Peschici, ed anche al caro amico Prof. Michele Eugenio Di Carlo, Presidente del Comitato per la tutela del mare del Gargano, che ci ha espresso vicinanza da Vieste. Ed informerò della Sua preziosissima Adesione l'illustre Prof.ssa Maria Rita D'Orsogna che da Los Angeles ha promosso e sostenuto con le sue ricerche e i suoi studi le iniziative di contrasto civile ed istituzionale agli scelleratissimi progetti di trivellazioni nel mare Adriatico. Con i miei più devoti omaggi e con ossequio. Beniamino Piemontese Lecce, 4 agosto 2011

    0 0

    [...] http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/06/29/saverio-lillo-e-i-dipinti-di-san-paolo-%e2%80%9... [...]

    0 0

    mail semplicemente ridicola, ovviamente con rispetto parlando. Sono un villeggiante e da 5 anni frequento S.Cesarea. Chi scrive la sopra riportata mail, o nonconosce il territorio oppure è milionario! Non c'è un giovane dai 30 in giù in questo territorio che abbia un lavoro decente! Se va bene ti pagano i contributi per 6 mesi e poi vivi con il contributi di disoccupazione. E ci preoccupiamo del cemento sul territorio gentile? Ma dai !!!!!!! La serietà manca a scrivere certe cose, altro che il cemento !!

    0 0

    mi permetto di risponderle che sono due aspetti completamente differenti, sebbene entrambi importanti. Sull'articolo forse le risponderanno gli Autori o alcuni tra i tanti che stanno conducendo una feroce campagna di sensibilizzazione e di tutela

    0 0

    [...] http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/08/06/otranto-il-laghetto-di-bauxite/ [...]

    0 0

    [...] Le lac de bauxite d’Otrante dans la province de Lecce [...]

    0 0

    [...] Le lac de bauxite d’Otrante dans la province de Lecce [...]

    0 0

    Grazie Mino, sei stato bravissimo. Devo farti i miei complimenti. Alla prossima. Roberto D'Arcangelo

    0 0

    apprendo, per caso, solo ora, di questo evento. Dispiaciuto non poter partecipare, bastava fare un minimo di pubblicità e l'avrei saputo prima, grazie

    0 0

    RINGRAZIAMENTI Eccellentissimo Arcivescovo Monsignore Domenico Umberto d'Ambrosio, la Sua lettera e le Sue parole portano la luce nella mia vita che nei giorni scorsi è stata obnubilata e offuscata dallo spavento e dalla rabbia per la terribile notizia dell'offesa alla nostra terra per mano di una banda di vampiri del petrolio e di un pugno di burocrati e di irresponsabili politicanti. Ringrazio con tutto il mio cuore Sua Eccellenza Arcivescovo Monsignore Domenico Umberto d'Ambrosio per il dono che mi fa con la Sua importantissima Adesione. Renderò immediatamente partecipe la mia cara consorte Carla De Nunzio, che negli incontri ha interloquito in prima persona con chiarezza, gentilezza e fermezza con i rappresentanti istituzionali e amministrativi di Lecce e del Salento, rappresentando nella sua veste di Presidente dell'Osservatorio Torre di Belloluogo le mie istanze di cittadino e di socio dell'associazione. Trasmetterò la Sua lettera alla cara amica Presidente Prof.ssa Teresa Maria Rauzino che ci segue con affetto e sensibilità dalla Sua amatissima Peschici, ed anche al caro amico Prof. Michele Eugenio Di Carlo, Presidente del Comitato per la tutela del mare del Gargano, che ci ha espresso vicinanza da Vieste. Ed informerò della Sua preziosissima Adesione l'illustre Prof.ssa Maria Rita D'Orsogna che da Los Angeles ha promosso e sostenuto con le sue ricerche e i suoi studi le iniziative di contrasto civile ed istituzionale agli scelleratissimi progetti di trivellazioni nel mare Adriatico. Con i miei più devoti omaggi e con ossequio. Beniamino Piemontese Lecce, 4 agosto 2011

    0 0

    Tremiti e Salento uniti contro l’ondanera D’Ambrosio (arcivescovo di Lecce): inaccettabili le trivellazioni Si rinsalda sempre più l’alleanza fra Gargano e Salento per la difesa del mare dal pericolo delle trivellazioni autorizzate alle società petrolifere Petroceltic e Northern Petroleum dal Ministero dell’Ambiente. Artefice del gemellaggio Beniamino Piemontese, socio fondatore dell’Associazione Ideale Torre di bello luogo e autore del sito web messapi.info. Piemontese, dopo il sit-in di cui è stato protagonista lo scorso 2 agosto davanti alle sedi della Provincia e del Comune di Lecce, è riuscito a provocare una valanga di adesioni morale alla sua battaglia civile. Tra queste, quella d’eccezione dell’arcivescovo di Lecce Domenico D’Ambrosio. Così scrive Sua Eccellenza, già vescovo di San Giovanni Rotondo-Manfredonia-Vieste, in una lettera a Piemontese: “Non posso non accogliere l’invito che soprattutto il Centro Studi Martella della mia Peschici mi ha rivolto per aderire toto corde alla sua battaglia civile in difesa del nostro mare e delle nostre ancor più meravigliose coste del Salento”. “Si fa davvero fatica a capire le scelte politiche che stanno alla base dell’autorizzazione concessa dal Ministero dell’Ambiente per “trivellare” il nostro mare”, osserva monsignor D’Ambrosio. “Aumenta sempre più la distanza, l’assenza e l’incapacità a raccogliere le istanze che vengono dal basso e reclamano un’attenzione, un impegno, una civile responsabilità che soprattutto le istituzioni devono promuovere. La tutela dell’ambiente e della integrità delle bellezze che il creatore ci ha affidato è compito dei singoli ma soprattutto delle istituzioni che vivono una strana discrasia con le attese e le reali esigenze del nostro territorio che non può essere deturpato e “offeso”.Una posizione, quella dell’arcivescovo di Lecce, accolta con viva soddisfazione da Piemontese, ma anche dalla presidentessa del Centro Studi Martella Teresa Rauzino e da Michele Eugenio Di Carlo, presidente del Comitato per la tutela del mare del Gargano. I quali ricordano il profluvio di osservazioni che da più parti vengono inviate in queste settimane al Ministero dell’Ambiente per esprimere contrarietà in merito alle famigerate concessioni alle prospezioni petrolifere. Tra queste le Osservazioni di Marialuisa d’Ippolito, capo delegazione del FAI di Foggia: “Il documento di VIA sottomesso dalla Northern Petroleum è da considerarsi incompleto e fuorviante.E’ infatti singolare che nella VIA vi sia una lunga discussione sulla presunta necessità in Italia di estrarrepetrolio dal territorio e dai mari nazionali, ma che invece non vi sia menzione alcuna dei possibili impattiambientali, in termini di subsidenza, scoppi di pozzi, rilasci a mare di sostanze tossiche come fanghi e fluidiperforanti o acque di risulta che possono diffondere per decine di chilometri dai punti di emissione. Nella VIA non sono neppure menzionati i possibili impatti all’economia costiera delle comunitàinteressate che, allo stato attuale, è totalmente incompatibile con lo sfruttamento di idrocarburi. Come siconcilia il turismo di Otranto, Lecce e Monopoli con possibili piattaforme, oleodotti, transito petroliere,scoppi accidentali o sversamenti a mare?La zona proposta dalla Northern Petroleum per eseguire sondaggi sismici e successivamente - se lo riterràopportuno - per trivellare il fondale marino, è di alto valore naturalistico, turistico-recettivo ed ha nellaqualità del pescato il suo fiore all’occhiello. L’air gun è una tecnica invasiva che danneggia flora e fauna” conclude la d’Ippolito. Lucia Piemontese Sul quotidiano “L’Attacco” del 6 agosto 2011.

    0 0

    Caro Luigi, leggendo il tuo post non puoi immaginare lo stupore che ho provato man mano, che scorrevo la pagina, in un attimo mi sono trovato catapultato nella mia infanzia, sono uno di quei cinque bambini con i moccioli al naso, che abitava nel portone trasi /essi...:) i miei insegnanti erano Barba e ferilli... è vero che nel portone trasi/ essi a quei tempi era abitata da famiglie di popolani, ma avevamo tanta dignità da vendere...:))) poi ricordo la tua frase che mia mamma diceva a noi per andare a scuola... sciati, sciati…” concludendo poi con un affettuoso …“spenturati”.:))) Grazie per aver scritto questo bellissimo post, ho le lacrime agli occhi. Carlo

older | 1 | .... | 39 | 40 | (Page 41) | 42 | 43 | .... | 157 | newer