Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Showcase


Channel Catalog


Channel Description:

Il blog della Fondazione Terra d'Otranto

older | 1 | .... | 44 | 45 | (Page 46) | 47 | 48 | .... | 157 | newer

    0 0

    gentili signori, sono molto interessata agli eventi relativi al terremoto del 1743, il cui studio può essere ancora approfondito. Sono una geologa che lavora all'INGV, vivo a Napoli ma ho origini salentine e vorrei mettermi in contatto con altre persone interessate per organizzare insieme un gruppo di lavoro interdisciplinare per lo studio di questo evento, con storici, architetti, geologi.

    0 0

    questo giochetto si chiama "scaricabarile" che in questo caso (i barili di petrolio) è veramente ignobile e stupido, visto che si gioca sull'ambiente e sulla pelle dei cittadini

    0 0

    Bel racconto :) scorrevole e divertente!

    0 0

    Se in Salento ci stiamo mobilitando, lo dobbiamo ai documenti che la Prof.ssa Maria Rita D'Orsogna ci ha inviato, grazie ai suoi studi e alle sue ricerche. Ci tengo anche in questa sede a ringraziarla sinceramente per questo impegno notevole che sta mettendo a disposizione di milioni di persone, ignare fino a pochi giorni fa del pericolo incombente. Vorrei che un giorno fosse riconosciuto pubblicamente questo impegno e questo merito alla Prof.ssa D'Orsogna.

    0 0

    aderiamo in toto ai ringraziamenti e all'apprezzamento di Beniamino nei confronti della professoressa, il cui grido d'allarme ci ha messi in allerta

    0 0

    [...] http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/08/25/taranto-e-il-suo-porto/ Share this:FacebookTwitterStumbleUponLinkedInStampaEmailRedditDiggLike this:LikeBe the first to like this post. [...]

    0 0

    IN DIFESA DEL MARE DELLA PUGLIA E DELLE COSTE DEL SALENTO 10 settembre 2011 HA SUPERATO LA QUOTA DI 1000 FIRME LA PETIZIONE "NO ALLE TRIVELLAZIONI PETROLIFERE NEL SALENTO" Petizione No alle trivellazioni petrolifere nel Salento Primo firmatario: Dott. Marcello Gaballo http://www.petizionepubblica.it/PeticaoListaSignatarios.aspx?page=&sr=1061&pi=P2011N13045

    0 0

    Da Nuovo Quotidiano di Puglia di oggi: http://www.quotidianodipuglia.it/articolo.php?id=162495 Trivelle in mare, ancora un coro di no Tanzarella: «Sarebbe scelta incoerente» BARI - Dagli uffici del ministero nulla si è mosso: «Nessuna risposta - spiega laconico l’assessore regionale Lorenzo Nicastro - e per questo abbiamo nuovamente inviato via fax le nostre richieste, tutte le perplessità che nutriamo sull’argomento delle trivellazioni nel mare pugliese». La ricerca del petrolio nelle acque del basso Adriatico, dunque, rimane una ferita aperta...

    0 0

    anche dall'Abruzzo un GRAZIE cubitale a Maria Rita, sempre generosa piena di umanità, un esempio per tantissimi.

    0 0

    Grazie a Sonia per avermi fatto emozionare con abili e sensibili parole.....e con veri sapori di vita salentina! Nicoletta

    0 0

    Oltre 100 firme alla petizione soltanto nella giornata di oggi!

    0 0

    Leggo sui giornali di oggi che c'è chi pensa ad azioni risarcitorie contro le compagnie petrolifere. Sob! Prima di chiedere risarcimenti bisognerebbe impegnarsi per fermare le trivellazioni.

    0 0

    Articolo "Nuovo Quotidiano di Puglia" Domenica 11 settembre 2011 I sindaci non ci stanno "no" anche dai cittadini Petizione anti-piattaforma: aumentano le firme (a pagina 12)

    0 0

    AHahah, bellissima Gianni, da morire...non dal dolore ma dal ridere, almeno per noi! ;)

    0 0

    Sarà che molti scaricano all'esterno l'immondizia che covano nell'animo? Ognuno di noi, amando il suo paese, vorrebbe che questo sentimento si trasformasse in decoro, in voglia di protezione e cura del territorio. Sono quella donna che è tornata indietro costringendo i propri figli a raccogliere carte buttate per terra, la stessa che ha girato giornate riempendosi le tasche di oggetti da gettare ogni volta che non ha trovato gli appositi cestini. Ahimè, sono anche quella che ha rischiato di cadere dalla bicicletta ogni volta che le sono venuti sotto gli occhi i panorami da discarica ritratti dall'autore: naso chiuso e occhi serrati. Dispiacere IMMENSO, ribellione, sgomento. Piuttosto che impegnare, sprecare energie per ripulire, non sarebbe meglio non sporcare? Piuttosto che far giudicare con orrore lo stato di degrado e inciviltà della nostra terra, non sarebbe meglio sentire questo disprezzo rivolto alla nostra persona? Evitiamolo, allora! A cosa servono i volenterosi armati di buste e guanti se poco dopo straripa dirompente la nostra barbarie?! La Terra è la casa e sfido chiunque a viverci dopo averla sporcata e riempita della propria miseria.

    0 0

    Caro Gianni, forse non hai considerato, quella volta, che spesso un filosofo ha un concetto quasi ascetico del dolore. Chissà, magari la soglia del dolore in ognuno segna gradini diversi, magari si farebbe qualsiasi cosa pur di evitare medici e ospedali o magari gli amici vorrebbero tanto aiutare anche se non ne hanno i mezzi! I medici-amici son quelli che giocano in casa: demandano ai macchinari e agli specialisti. Il caro Pierpaolo semplicemente non poteva immaginare che tu fossi uno stoico nel sopportare il dolore e camminarci sopra! Il più filosofo di tutti, però, lasciamelo dire, è stato lo spigolo del muro: zitto, paziente, sapeva che l'ultima parola prima o poi sarebbe spettata solo a lui!

    0 0

    La Petizione è ora giunta a quota 1169 firme. Tra gli ultimi firmatari riconosciamo i nomi di: 1136 Valentino DE LUCA Presidente di "Cicloamici Lecce" 1137 Roberto GUIDO Direttore di "quiSalento"

    0 0

    LeccePrima.it Mille adesioni alla petizione contro le trivellazioniIl Salento si mobilita per scongiurare ogni idea di alterazione della costa propria dei sondaggi sismici, funzionali alla ricerca di idrocarburi fossili da parte delle multinazionali del petrolio http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=29891

    0 0

    raffaella, giusto per puntualizzare, continuo a tifare Pierpaolo. Anche se, devo ammettere, Marcello anche per telefono, con due semplici domande, ha capito tutto. Insomma, è affidabile. Altro discorso è quello della farmacista che andava male in filosofia (sempre più ne ho la certezza). Comunque al prossimo spigolo telefonerò a Pierpaolo e gli chiederò magari di parlarmi di Kant, poi prenderò l'auto e andrò da Marcello a farmi dire le peggio sentenze.

    0 0

    Bellissimo pezzo complimenti, Dio fulmini chi ha commesso tale scempio. Per dovere di cronaca voglio aggiungere che fino a pochi anni fà questo bellissimo monumento era in completo degrado ed abbandono, un albero di fico nè sventrava le mura creando crepe anche nella volta con conseguente infiltrazione di acqua meteorica,Speleotrekking Salento nella persona del suo presidente Riccardo Rella si prodigò (e non fù semplice) affinchè le autorità preposte prendessero coscienza dell'immane degrado in cui la chiesa di San Mauro versava e prendessero le opportune decisioni per un risanamento rapido ed efficace. Tutt'ora la chiesa di San Mauro rimane un punto d'incontro e di riflessione per gli escursionisti Salentini.Colgo l'occasione per porgere un cordiale saluto Lorenzo Martina

older | 1 | .... | 44 | 45 | (Page 46) | 47 | 48 | .... | 157 | newer