Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Channel Catalog


Channel Description:

Il blog della Fondazione Terra d'Otranto

older | 1 | .... | 74 | 75 | (Page 76) | 77 | 78 | .... | 157 | newer

    0 0

    E' pur vero che... occhio non vede e core non schiatta. Ma ormai la sera non solo non voglio schiattare davanti alla TV, ma manco ascoltare voglio! Che la santa Lucia (nome di mia madre che fu) mi perdoni se mi faccio prendere da Morfeo per svegliarmi al mattino con un po' di lascivo languore almeno intanto che i miei gatti premono alla finestra battendo di coda in un coro di miao e di commestibili suppliche croccanti.

    0 0

    Bellissimo.... grazie Pier Paolo

    0 0

    creazione particolare e bellissima

    0 0

    Stupendo... peccato ricadere nella realtà alla fine dell'articolo!

    0 0

    Io di questo ero a conoscenza grazie al mio povero papà che era un Maestro della rimonda:mi ha sempre detto "io prima di iniziare a potare l'ulivo,mandorlo,ciliegio,pero,fico,carrube... gli chiedevo dimmi come vuoi che io ti faccio bello, suggeriscimi" fret" fratello,dandogli anche un nome"tutto questo avveniva mentalmente fra mio papà e il fratello arboreo.I raccolti era abbondante. ..a tanto da insegnare. Mario Rizzo

    0 0

    Caro Salvatore a suo tempo intervenni anch'io affinchè i basoli una volta tolti venissero ricollocati allo stesso posto e con lo stesso "disegno" rammentando, avendolo appreso dai miei nonni, le origini e le motivazioni dell'intitolazione del Corso. Ma a Nardò, come al solito, se ne fottono e fanno sempre come vogliono, perchè nessuno controlla ma anche perchè l'ignoranza e la presunzione regnano sovrane. Volevano al carta scritt dove si riportava quanto riferivo. Riposizionando il basolato, nel Centro storico, nel modo in cui si è operato, non hanno fatto altro che seppellire la "Storia di Nardò" sotto una coltre di cemento con buona pace di ciò che era venuto alla luce e con la connivenza dei cosiddetti "esperti". Ma questa è Nardò e come dice un vecchio detto: "a Nardò si sciòca a tuttu pratìsu" ossia a Nardò tutto e il contrario di tutto è ammesso. I basoli di origine lavica ci sono, caro Salvatore, sono stati riposizionati "senza criterio", per dirla in modo pulito, alla base della scalinata del teatro e vicino ad un noto palazzo. "Omnia munda mundis". Salvatò, inutile ca 'ndi tannàmu l'anima, tantu nò 'ndi 'mbuscàmu nienti, sulamente ilènu!

    0 0

    I materiali di costruzione ormai sono i più svariati, quello che conta l'effetto finale, direi consono ai vecchi presepi salentini, scarno nella scenografia globale si potrebbe integrare con un fodo di cielo dipinto, continuando l'effetto paesagistico, COMPLIMENTI

    0 0

    La costruzione del presepe diventa un momento magico nella famiglia, quasi sempre si rispecchia nella stessa realizazzione, questo di Alberto lo dimostra peccato il cielo prestampato. Bravi

    0 0

    [...] 329/3190420     Per le notizie sul feudo e sulla masseria La Torre a Copertino si rimanda a: http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2010/07/16/sul-feudo-copertinese-di-specchia-di-normandia-... Share this:FacebookTwitterStumbleUponStampaRedditLike this:LikeBe the first to like this [...]

    0 0

    Il gatto è proprio bello, solo...come dire, manca un po' di rispetto delle proporzioni ehehe! Bravo Tommaso, questo è lo spirito giusto! Mi hai convinto facendomi sorridere, e dunque ti voto! ;)

    0 0

    Bellissimo articolo...davvero complimenti. Potrei sapere dove è collocata la tela d'altare qui inserita e se si conosce l'autore?

    0 0

    Cunti ca te cuntavine o ca sintivi da i cuntacunti.

    0 0

    ...e noi siamo profondamente grati a Giorgio per proporceli, salvandoli dall'oblìo. Sono pagine che tutti i salentini devono conoscere. Ma ci sarà ancora un altro pezzo, per completare la trilogia

    0 0

    nella foto è raffigurato il municipio di Ortelle. Depressa, esendo frazione da tempo di Tricase non ha un vero municipio ma una piccola delegazione.

    0 0

    grazie, sì il cielo stona un po', soprattutto perché è lucido e si stropiccia facilmente...l'anno prossimo mi invento un cielo migliore ;)!!!

    0 0

    Difatti Giorgio Cretì ha segnalato sin da questa mattina l'errore nella didascalia, che per motivi di tempo non abbiamo provveduto a rettificare. Lo facciamo subito. Grazie Angelo

    0 0

    Insomma, questo Ippaziantonio era un pozzo senza fondo d'inventiva e sfrontatezza quasi infantile! Mi fa pensare alle pellicole storiche di Alberto Sordi, mi riempie di divertimento la sua capacità di arrivare in sesta marcia nei guai, di slittare un po' per uscire fuori dal pantano e di essere spinto in retromarcia dalla benevolenza di un Dio Padre (...padre davvero!) buono e comprensivo. Si respira la semplicità della gente del Salento anche nella creatività rocambolesca di ragazzi desiderosi di lasciare per un po' da parte la zappa per bere tutto d'un sorso la vita!

    0 0

    I gatti nella loro semplicità sono fantastici foto da facebook, bravi

    0 0

    Andrebbe visto nel complesso. I pupi sono belli, ma forse di plastica?

    0 0

    no, i pupi sono di terracotta dipinta

older | 1 | .... | 74 | 75 | (Page 76) | 77 | 78 | .... | 157 | newer