Quantcast
Channel: Commenti per Spigolature Salentine
Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Commenti su Nessuno tocchi gli ulivi di Puglia! di Forum Ambiente e Salute

0
0

Importante testimonianza del prof. Elio Lanzillotti in merito alla proposta di modifica di legge avanza da alcuni consiglieri regionali presso la Regione Puglia, sulla cosiddetta “Legge Tutela Olivi Secolari” una modifica di legge che se apportata spalancherà ancora di più le porte all’immorale uccisione del bel paesaggio e soprattutto all’espianto selvaggio dei nostri olivi secolari, in nome di uno sviluppo suicida e truffaldino!

Forum Ambiente e Salute
———————————

“Presidenza della Regione, Consiglio Regionale Pugliese.

VERGOGNA!!!!

Ecco l’ultima trovata per favorire la distruzione totale del paesaggio agrario pugliese. Tutti d’accordo (a cominciare da Losappio di SEL): è necessario modificare la legge di tutela degli ulivi secolari pugliesi. Così com’ è non funziona, i tempi per le autorizzazioni degli espianti sono troppo lunghi. Del resto, l’economia non può essere fermata da un albero monumentale.

Eppure la legge che c’è limita già molto poco, tutti abbiamo visto ulivi espiantati (e poi seccati) a centinaia per far posto a rotonde, capannoni, strade, case alle periferie dei paesi, impianti fotovoltaici su terreni agricoli di pregio.

VERGOGNA!!!!! Ed ancora VERGOGNA!!!

Quante chiacchiere quando fu fatta la legge: la Puglia regina d’Europa per la protezione della natura. Molti si sentirono veramente orgogliosi di essere Pugliesi.

Ed oggi? cosa è diventata la nostra Puglia, se si esclude il Turismo di Luglio e Agosto ( nel solo salento)? Un disastro, anzi uno scempio.

L’agricoltura è in ginocchio, così come l’industria e l’artigianato (basta vedere il totale fallimento della Fiera del Levante).

Cosa invece prospera nella nostra regione? Eolico e fotovoltaico senza controllo, inceneritori e discariche, impianti di produzione di energia da carbone che soddisfano il bisogno energetico di mezza Italia e arricchiscono le multinazionali energetiche. A meno che non si voglia considerare come parametro anche la compravendita dell’oro usato, il cui prezzo è alle stelle e che è un ottimo indicatore, ma non certamente di ricchezza della gente.

Il Governatore Vendola, ha cercato di emozionarci , e in gran parte abbiamo creduto a tutto quello che ha detto. In realtà si tratta di un tradimento, perché non è mai andato oltre le inutili belle e millantate parole.

Cosa ha oggi di ecologico il partito di Vendola? Per non chiedere poi cosa abbia ancora di sinistra.

E’ sempre la stessa musica quando si tratta di potere, si parte con programmi fantastici e si finisce invece a tarallucci e vino.
I “rivoluzionari” si adeguano subito ai lauti stipendi, alle consulenze, alla gestione delle clientele. L’unica differenza con i governi di centrodestra è che questi di oggi hanno una fame arretrata veramente difficile da saziare.

Ed i rappresentanti della “società civile”? ed i “tecnici”?

Una volta eletti diventano subito politici scafati, onnipresenti con deliri di onnipotenza e spesso anche spocchiosi ed arroganti.

Ma se la politica non funziona, si dovrebbe poter fare affidamento sulle denunce, per esempio, delle grandi associazioni ambientaliste.

Purtroppo non è così, per queste associazioni la Puglia è perfetta, ovvero il paradiso della sostenibilità. Ma non sarà perfetta perché il governo regionale elargisce tanti bei quattrini (vedasi manifestazioni quali “Mediterre” la fiera dei parchi, chissa poi perché presentata a Bruxelles dall’assessore Nicastro e non dalla Barbanente).

I parchi non hanno i soldi per vivere, manca anche la benzina per i mezzi, ma non mancano mai costosi convegni e kermesse a cui di fatto però nessuno partecipa. Si spendono centinaia di migliaia di euro, (necessari per l’organizzazione degli eventi), sui quali alla fine solo pochi ci guadagnano, e non si tratta certo dei Pugliesi.

Ho la sensazione che la festa sia finita…Non ci prendete più in giro, ci siamo certo accorti dei tiket sui medicinali, dello schifo nelle prestazioni sanitarie, dei fiumi di denaro spesi nella formazione del nulla. Ci siamo ben accorti dell’unica realtà: una casta di “eletti” non scelti, di destra e di sinistra, che usa la politica per fare affari ed andare a puttane, ed un popolo che lavora, che soffre e che
subisce.
Di una cosa potete star certi, alle prossime elezioni ci sarà una sola parola d’ordine:

A CASA TUTTI COLORO CHE HANNO OCCUPATO “LA POLTRONA”.

Dagli onorevoli ai consiglieri regionali. Nessuno merita una conferma, sono gli artefici ed i responsabili del disastro economico e morale della Puglia e dell’intera nazione.
I primi ad andarsene devono essere devono coloro che sono stati eletti perché figli, parenti o amanti di politici potenti.
In democrazia il “potere” non è ereditario ma si conquista sul campo.

Elio Lanzillotti “


Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Latest Images

Trending Articles





Latest Images