Quantcast
Channel: Commenti per Spigolature Salentine
Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Commenti su L’industria del freddo in Età moderna. Le neviere nel Salento di Salvatore Calabrese

0
0

Anche a Nardò esistevano delle neviere. Sono esistite sino a pochissimi anni fa, quando delle ruspe hanno spianato le croste rocciose site in contrada Pagani, sulla via per Gallipoli. Detta contrada, tutta rocciosa e senza un metro di terreno coltivabile, è sita nel posto più alto del territorio neretino ed era coperta dalla classica macchia mediterranea. Alle pendici di questo territorio rialzato iniziavano i terreni coltivati e proprio lì, dove terminava il terreno roccioso, vi erano delle cavità tra le rocce che sino agli inizi del secolo scorso erano utilizzate come neviere. In occasione delle rare nevicate queste buche rocciose naturali venivano riempite di neve, che restava al buio, e rigorosamente tappate con massi pietrosi, conservavano la neve che si solidificava in ghiaccio. In estate il ghiaccio veniva estratto in blocchi e frantumato nelle dimore gentilizie per refrigerare le bevande dei pochissimi fortunati. Parte del ghiaccio veniva commercializzata nelle apposite rivendite


Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Latest Images

Trending Articles





Latest Images