Quantcast
Channel: Commenti per Spigolature Salentine
Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Commenti su La campagna salentina verso la fine di giugno… di Alfredo Romano

0
0

Col caffè fumante ancora tra le mani, mi sono imbattuto nel racconto di Giulietta Livraghi stamattina. Di colpo sono stato catapultato nella mia infanzia, forse la mia è stata l’ultima generazione che ha conosciuto quella civiltà contadina che racconta sapientemente e con ritmo di tanta poesia Giulietta nel brano di oggi su Spigolature Salentine. Avevo vent’anni e tutto resisteva ancora come prima e la mia infanzia non è stata poi tanto dissimile da quella di mio padre. E quando mi fidanzai con la più bella ragazza del paese, non mi era neanche permesso di stare sola con lei e, se qualche domenica si usciva a fare su e giù per la strada principale, avevo dietro un codazzo di parenti che vigilavano sulla benedetta “virtù” da preservare. Ero insofferente allora, adesso, però, il ricordo si fa di tanta tenerezza e non mi dispiace che il mio amore sia stato solo intensità degli sguardi e strette e baci rubati e parole sussurrate a un palmo dai suoi occhi grandi e luminosi come perle dei sultani d’Arabia. Poi tutto andò a rotoli: era destino si diceva. Non la vedo da allora eppure, al ricordo, resiste un languore e un desiderio che non baratterei con gli amori di largo consumo, per così dire, che oggi finiscono come nel carrello di un supermercato.
Un grazie postumo a Giulietta Livraghi che si meriterebbe un monumento, tale la sua grandezza e non solo nel panorama salentino. Un grazie anche all’amico Nino Pensabene che di tanto in tanto ci dispensa perle immemori della sua amata consorte che fu.


Viewing all articles
Browse latest Browse all 3124

Latest Images

Trending Articles





Latest Images