Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Channel Catalog


Channel Description:

Il blog della Fondazione Terra d'Otranto

older | 1 | .... | 120 | 121 | (Page 122) | 123 | 124 | .... | 157 | newer

    0 0

    gli Ulivi ci parlano e solo animi sensibili sanno ascoltare, comprendere, apprezzare il loro linguaggio, facendo tesoro delle loro parole e dei sentimenti che essi, col muto linguaggio dei loro tronchi, ma anche con lo stormire delle loro chiome, ci trasmettono. Grazie a Silvana a Marcello e a tutti voi per la vostra partecipazione!

    0 0

    Cara Silvana, l’amore con cui parli della nostra terra mi autorizza ampiamente, come mi sono permesso, a darti del tu (altro non dico...). Il problema del rispetto della natura è molto complesso e coinvolge moltissime categorie umane, tra tutte quella della nocività (più o meno presunta, sempre in funzione del profitto...) e quella dell’estetica, il che è già una forma di razzismo. Sicché alcune specie (esteticamente, e non solo, irrilevanti...per chi non sa guardare e per chi non sa) sono da sterminare usando i pesticidi e pure altre, che non solo esteticamente ma anche storicamente sono rilevantissime (vedi gli ulivi), per fini sui quali non mi dilungo per non usare parole oscene. Come faresti tu, che sei un’artista, a spiegare ad un politico che in caso di eliminazione tra un Armando Polito (potrei fare tanti altri esempi) e Dante (qui il range di scelta si restringe) non dovrebbe esserci ombra di dubbio nella scelta, così come tra una Belen Rodriguez e Rita Levi-Montalcini (vale quanto detto prima a proposito del restringimento del range), così come tra un’autostrada a ventiquattro corsie (ma anche ad una sola...) e un solo (ribadisco uno solo) albero di olivo centenario (quest'ultima voce, anch'essa razzista perchè, oltretutto, tarpa le ali al futuro, è dovuta ai condizionamenti storici ed estetici di cui ho detto prima, ma il discorso potrebbe estendersi a qualsiasi specie)?

    0 0

    Caro Armando (anch’io ti do del tu, il lei è troppo formale e qui la formalità non serve), capisco quello che vuoi dire e so la difficoltà di trovare le giuste risposte per ogni situazione, sia a quelle da te sottoposte, che a tutte le domande che possono essere fatte, anche a titolo di esempio. Personalmente, alla tua domanda di cosa potrei dire ai politici, rispondo che vorrei solo poterli condurre (anche per mano se hanno timore), in mezzo alla Natura e agli Ulivi e far sentire loro “parole vibrate” sospese tutt’intorno, pronte a essere interiorizzate ed elaborate. E, una volta provata questa emozione, pregarli di farne buon uso. EQUILIBRIO è la parola “magica” e all’interno di questo equilibrio, caro Armando, ci stai anche tu accanto a Dante e ci sta anche la Belen e la Rita… così come ci sta Rimini e Porto Miggiano, la A14 (con le sue 4 o 6 corsie sino a Civitanova Marche) e una Maglie-Otranto (così com’è). Non tacciarmi di qualunquismo (so bene che ci sono persone di grande valore e altre meno, così come ci sono i materialisti e i sognatori), è che sono fermamente convinta si debba mettere in conto di non essere i portatori di Verità assolute e accetto che il politico, dopo la passeggiata con me tra gli Ulivi, possa sorridere della mia ingenuità, ma io sono appagata e felice di avergli “iniettato” un semino di dubbio, rispetto scelte non ottimali (e si potrebbe usare anche qui termini di altro spessore). Qualche anno fa, un professore universitario di Roma entrò a visitare la mia mostra a Otranto e, anziché buongiorno, mi disse: “Vediamo un po’ cosa ha da dirci questa signora con tutti questi alberi” e il suo tono non era di considerazione (per non dire altro) ed io pensai “forza Silvana al lavoro, questa è una scommessa.”. Dopo circa un’ora, scrisse qualcosa sul libro delle firme e mi salutò, questa volta gentilmente e stringendomi forte la mano. Compresi che qualcosa era cambiato in lui, via via che raccontavo i miei “Ulivi” e, incuriosita, presi il quaderno sperando avesse scritto qualcosa. Lessi: “Oggi ho ricevuto una grande lezione di vita”. Ora, forse non si ricorderà nemmeno più di me, o forse sì…

    0 0

    Si ricorda, si ricorda, ma quanti professori ormai sono in grado non solo di fare una lezione degna di questo nome ma, soprattutto, di saperne prima ascoltare e poi comprenderne una estemporanea e inusuale, che è, poi, la più profonda essendo dettata da quella forma superiore di conoscenza che è l'arte? Dubito che quel professore fosse un politico...Un caro saluto e un grazie dal Salento.

    0 0

    [...] Rimando ai diversi link per conoscere tutte le vicende della torre, comprese quelle storiche.  http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/08/27/note-storiche-sulla-torre-squillace-detta-scian... [...]

    0 0

    [...] http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2010/02/20/950/ [...]

    0 0

    [...] http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2012/03/18/torre-squillace-o-scianuri-sul-litorale-di-nard... [...]

    0 0

    Che soddisfazione ;) QUesta Torre è il simbolo di cosa può fare un buon blog in cui i cittadini si incontrano per mettere in luce un problema e si attivano ostinatamente per risolverlo. Dopo anni di abbandono eccola lì la Torre, tornata ai fasti.

    0 0

    http://www.youtube.com/watch?v=PU8Pz7NFAxg&feature=player_embedded

    0 0

    bene!!! sono entrata nuovamente in questa pagina per controllare "la situazione preferenze" e con grande piacere ho letto opinioni pubblicate che condividevo senza osare postarle qui... Sono felice di constatare che non ero l'unica a ritenere che "Spigolature Salentine" è quella che conosciamo: un grande sacco in cui dentro ci può stare tutto e spesso quel tutto si trasforma in prezioso chicco ...

    0 0

    volevo anche aggiungere che così com'è impostato, nel tempo (ma lo è già anche ora) diverrà una particolarissima "BIBLIOTECA" facilmente fruibile e utilissima, perchè no anche ai posteri... Complimenti Marcello, davvero un bel traguardo, quale spinta migliore a guardare avanti... e ora mi prendo la mia fetta di torta !!!!!

    0 0

    Questo vuole dire tenacia!Questo vuole dire credere in quel che si dice e si fa, risvegliare le coscienze e dare voce alle giuste istanze , soprattutto quel che riguarda il nostro territorio è sacrosanto e va protetto perche ha le parole della nostra storia e della nostra identità.Bravissimi!

    0 0

    E' un piatto che ricorda la mia infanzia.Ricordo mia nonna e mia madre prepararla in un giorno rigorosamente di festa, occorre riportare in auge certi piatti, semplici e buoni; ci riporteranno col sapore, ricordi e dolcezza.

    0 0

    Maggio francese? Aspettiamo un attimo per vedere quello italiano. Globalizzazione dei capitali e nazionalizzazione delle miserie, questo è stato fatto fino ad oggi. L'Europa nata nel peggiore dei modi, senza una costituzione europea rimane il diritto delle banche e dei bachieri, cos'altro è il governo italiano? Ministri nominati sostenuti da parlamentari nominati, non uno che sia stato eletto, siamo in una democrazia sospesa all'interno di un'Europa senza democrazia perchè senza costituzione e senza padri nobili. La Grecia al momento è fallita e fuori da tutto, le elezioni hanno restituito ingovernabilità con i rigurgiti delle destre estreme. Aspettiamo un attimo... ne riparleremo.

    0 0

    Amplessi di menti e parole creano fantasie leggere, fatte di nuvole e poesia. Elio plaude alla proliferazione dei bei pensieri nati da una parola la cui paternità poco importa se in sè culla i semi della bellezza. E' un attimo, e se tutti si lasciassero contagiare da questa buona passione, si estinguerebbero all'istante stirpi di turpiloqui, menzogne e volgarità tanto di moda negli ultimi tempi. Ripopolare la Terra di armonia è progetto ambizioso ma alla portata della bell'anima di tutti.

    0 0

    priore della congrega.....sembrano usarsi termini medievali.....va benissimo la storia, deve esserci, un ricordo di cosa si è fatto , cosa l'umanità non dovrebbe rifare.....ma spiegate meglio oggi cosa fa una congrega, che non sembra sia solo un museo

    0 0

    magari sarà l'autore a voler approfondire i temi che le stanno a cuore. Concordiamo che una istituzione come quella che ospita il museo oritano non sia solo un contenitore, ma credo converrà che anche questi aspetti insoliti aiutano a ricordare il luogo e le persone che da secoli si sono succedute. Non crediamo che l'articolista abbia voluto dissacrare la cripta o misconoscere l'apetto caritatevole e mutualistico del sodalizio

    0 0

    Tratto da "Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello": Pupi siamo! […] Lo spirito divino entra in noi e si fa pupo. Pupo io, pupo lei, pupi tutti. Dovrebbe bastare, santo Dio, esser nati pupi così per volontà divina. Nossignori! Ognuno poi si fa pupo per conto suo: quel pupo che può essere o che si crede d'essere. E allora cominciano le liti! Perché ogni pupo, […] vuole portato il suo rispetto, non tanto per quello che dentro di sé si crede, quanto per la parte che deve rappresentar fuori. A quattr'occhi, non è contento nessuno della sua parte: ognuno, ponendosi davanti il proprio pupo, gli tirerebbe magari uno sputo in faccia. Ma dagli altri, no; dagli altri lo vuole rispettato.

    0 0

    Può essere che ritrovare i sentimenti e rinaturalizzare l'anima sia molto più semplice di quanto pensassimo! L'armonia è nella purezza e nel calore delle vostre parole! Grazie Raffaella, grazie Elio.

    0 0

    [...] fiore angiosperma appartenente alla famiglia  delle Asteracee, anche conosciuto come Cicoria selvatica, Dente di leone, Soffione, Piscialetto, Cicoria [...]

older | 1 | .... | 120 | 121 | (Page 122) | 123 | 124 | .... | 157 | newer